Il dentista per bambini è l’odontoiatra pediatrico che si occupa di pedodonzia, la disciplina che previene e cura le patologie odontostomatologiche del paziente in età evolutiva, dai 2 ai 16 anni.
L’attenzione del dentista per bambini è rivolta alla prevenzione dello sviluppo di carie e ad un primo dolce approccio con i piccoli pazienti per familiarizzare con l’ambiente e instaurare una collaborazione attiva.

FORSE NON SAPEVI CHE….

1) Risulta molto utile cominciare a portare il bambino in uno studio odontoiatrico fin da piccolo, anche solo per vedere un suo genitore mentre fa una visita per cominciare a fargli prendere confidenza con l’ambiente e a non esserne spaventato.

2) È buona norma insegnare ai bambini ad avere una corretta igiene orale fin dalla comparsa dei primi dentini: in una prima fase non è indispensabile l’uso del dentifricio, quanto abituarli al corretto movimento dello spazzolino. Se inizialmente il bambino è tropo piccolo, sarà la mamma a lavargli i denti, poi potrà affiancarlo gradualmente per renderlo autonomo.

3) Verso i 3/4 anni bisognerebbe sottoporlo a una visita specialistica per valutare la salute generale del cavo orale del bambino.

4) Verso i 5/6 anni bisognerebbe verificare con una OPT (panoramica) la presenza di tutti i denti permanenti.

5) Nelle prime fasi, il dentista per bambini può dare indicazioni per ridurre la possibilità di sviluppo di carie suggerendo una dieta corretta, con applicazioni di fluoro, sigillatura dei solchi, educazione all’igiene orale ed individuazione di disgnazie precoci.

6) Il dente deciduo (o dente da latte) ha una struttura identica a quello permanente, ed è importantissimo tenerlo sano ed eventualmente curarlo per permettere al dente permanente di uscire forte, sano e al momento giusto (altrimenti si rischiano complicazioni che possono interferire anche sulla futura dentatura).

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA PER I TUOI FIGLI